Colonnello Anthony Joseph Drexel Biddle il Re del combattimento corpo a corpo


Il colonnello  Anthony Joseph Drexel Biddle è stato per molti anni, il punto di riferimento per quanto riguarda l'addestramento dei Marines nel combattimento con baionetta.



Drexel Biddle da giovane si appassionò anche alla scherma
Durante una dimostrazione sfidò i suoi soldati a cercare di ferirlo con la baionetta. Tentarono in tanti ma furono tutti disarmati.

Molti di voi infatti oggi, non sanno che durante la prima guerra mondiale le armi da fuoco erano ancora poco efficienti. I fucili sparavano una volta su due, e bastava che la polvere da sparo fosse anche semplicemente umida affinché non partisse il colpo.
Per questo i fucili e gran parte delle armi erano affiancate da una punta metallica che serviva per i combattimenti corpo a corpo.
Si pensa infatti che gran parte dei morti, sopratutto durante la prima guerra mondiale siano dovute a ferite da arma bianca,piuttosto che da proiettili e cannoni.

Il giovane colonnello, nato in Pennsylvania  si appassionò sin da giovane ai combattimenti corpo a corpo iniziando dalla Boxe, passando alla lotta greco romana e infine appassionando alla scherma.
Ed è proprio dalla scherma che prendono spunto molte mosse e molte posizioni durante i suoi addestramenti.

Arruolatosi in tarda età (aveva ormai quasi 41 anni) nei Marines, si prodigò affinché si iniziassero ad insegnare almeno le basi del combattimento corpo a corpo, considerate da lui fondamentali per un soldato. Raccolse tutto ciò che conosceva nel libro " Do or Die", praticamente "Agisci o muori" ancora oggi ritenuto importantissimo ed inserito nei manuali di addestramento e di sopravvivenza di decina di Stati






Un signore molto arzillo! non c'è che dire




Qui vediamo un video dove sono ben illustrate alcune delle tecniche di addestramento



Powered by Blogger.